Ricerche e studi

La Società Italiana per la Filosofia in Pratica nasce con finalità ambiziose: favorire la diffusione delle pratiche filosofiche, promuovere occasioni di confronto ed elaborazione aperta intorno a quanto viene sperimentato, progettato, ideato e realizzato in questo campo.
Negli ultimi anni la ricerca sul tema delle pratiche filosofiche e del loro utilizzo in contesti tradizionalmente non vocati alla filosofia ha prodotto un ricco dibattito e mostrato possibili impieghi in diverse aree di intervento. Fra questi alcuni sembrano ormai acquisiti, almeno in letteratura, altri rimangono a livello di ipotesi o di potenzialità tutte da scoprire. La riflessione è aperta e non sono mancati contributi di valore, quello che ancora fa difetto o comunque non ha raggiunto livelli significativi, sono paradossalmente le pratiche in carne ed ossa. Ci sono certamente interessanti esperienze nelle scuole, si ha notizia del loro impiego nella formazione degli adulti, nella consulenza individuale, qualche esperimento riesce a farsi strada, sebbene in modo inferiore alle aspettative, nelle organizzazioni, tutto questo senza mai raggiungere quella massa critica capace di rendere questo approccio riconoscibile ai più e degno di apparire accanto a quelli più accreditati. Animati dalla convinzione che le potenzialità delle pratiche filosofiche possano dare vita a un loro più ampio e variegato impiego pensiamo che una via per raggiungere questo risultato sia andarle a scovare là dove già esistono senza magari essere rese pubbliche. Può trattarsi di esperimenti, progetti, laboratori, spezzoni di attività che presentino una qualche piegatura filosofica, sebbene non etichettate con questo nome, magari solo abbozzate, immature o in semiclandestinità, ma nate da esigenze concrete, dalla sensibilità di chi vuole sperimentare metodi innovativi e non riesce a rassegnarsi all’estinzione del pensiero critico e consegnarsi allo strapotere dell’ovvio e dell’emotivismo nei suoi aspetti più deteriori.

Abbiamo letto

Uno spazio per mettere in comune le nostre letture e discuterne insieme. Non necessariamente testi filosofici anzi, saggi, letteratura, poesia e tutto quanto ci abbia suggerito una riflessione interessante, posto domande da condividere, aperto prospettive nuove o, semplicemente, ci sia piaciuto così tanto da volerlo comunicare agli altri.

[Entra]

Abbiamo visto

Uno spazio per mettere in comune un film, un filmato web, una TED Conference - e, perchè no, una mostra d'arte - che che ci abbiano emozionato e posto antiche e nuove domande, fatto intravedere interstizi di inedito. Per condividerli e discuterne insieme.

[Entra]

Bibliografia

Dall'esperienza dei soci - e non solo - l'indicazione dei testi che riteniamo utili per l'approfondimento dei diversi ambiti della filosofia in pratica. Con un sguardo attento e curioso sia alle nuove pubblicazioni che ad ambiti disciplinari contigui o complementari per sostenere e ampliare il nostro sapere.

[Entra]

Ricerche

Se il filosofo pratico può avere una qualche chance di essere riconosciuto e apprezzato per la specificità del proprio contributo e delle proprie competenze, questa passa senz’altro dalla messa in valore e dalla veicolazione ad una platea più ampia rispetto a quella degli addetti ai lavori, di quanto va realizzando nei diversi contesi sociali e organizzativi.

[Entra]